Schermata 2015-04-20 alle 12.36.38

Se sei una ragazza e frequenti gli ultimi 3 anni delle superiori o se sei un insegnante e anche tu, come noi, sei convinto delle grandi opportunità che possono offrire le tecnologie per aumentare competenze e rendere più consapevoli le giovani donne, è meglio che apri l’agenda e ti segni che il 5 maggio 2015 hai un impegno a Bologna!

Il #TIMgirlsHackathon arriva sotto le due torri ed è una vera e propria opportunità per le giovani donne che frequentano l’ultimo triennio delle superiori e per i loro insegnanti con l’obiettivo di riflettere sul cyberbullismo in maniera davvero concreta e operativa durante un hackathon che si trasforma nell’occasione di capire come si programma e come si sviluppa una APP!

Noi di GGD Bologna non potevamo certo non appoggiare un’iniziativa che ha tutti gli ingredienti per coinvolgere le ragazze in un momento così importante della vita e magari convincerle di quanto possano essere COOL le tecnologie digitali, anche in ottica professionale.

Sei un insegnante e stai leggendo questo articolo? Perché non approfittare dell’occasione messa a disposizione da TIM e partecipare a #TIMgirlsHackathon il 5 maggio 2015????

Ecco qualche informazione direttamente dalla pagina dedicata all’iniziativa:

Il #TIMgirlsHackathon è un evento che TIM ha organizzato in collaborazione conCodemotion ed è espressamente dedicato alle studentesse dell’ultimo triennio delle scuole superiori di Bologna.

Lavorerai in gruppo con le tue compagne di scuola o altre ragazze della tua età, e grazie alla guida di esperte programmatrici potrai muovere i primi passi in questo splendido mondo.

E in più, il progetto che la giuria reputerà più interessante vincerà i premi messi a disposizione da TIM!

Il 5 maggio 2015 è il giorno giusto per mettersi in gioco! Partecipa al#TIMgirlsHackathon e cogli l’occasione davvero unica di confrontarti con altre ragazze che hanno la tua stessa curiosità per la tecnologia.

Posso iscrivermi da sola?/Devo iscrivermi in team?
Ogni partecipante si iscriverà da sola. Le ragazze che già si conoscono potranno lavorare insieme, in team di massimo 5 persone, se invece sei da sola, l’organizzazione ti aiuterà a trovare il team giusto per te.

Cosa aspetti ad approfondire e a iscriverti su TIMgirls Hackathon arriva a Bologna?

 

 

GGD Bologna promuove internet come driver di democrazia, libertà e cultura, e come strumento di emancipazione per le donne.
Ecco perchè è con piacere che abbiamo scelto di appoggiare questo evento e fare da media partner.
Locandina-mondovisioni-14aprile-2-01MONDOVISIONI è la rassegna dei documentari di Internazionale che per il terzo anno a Bologna grazie alla rinnovata collaborazione tra Kinodromo, Sfera Cubica e Locomotiv club.
Il #6 appuntamento della rassegna, è il documentario che è stato scelto come icona di questa terza edizione: “#chicagoGirl – The social network takes on a dictator”.
Il documentario narra la storia di Ala’a Basatneh, 22 anni, un pc e la volontà di raccontare una storia a qualunque costo:
Dalla sua stanza alla periferia di Chicago una ragazza americana, figlia di esuli siriani, coordina attraverso la rete la rivolta in Siria: tramite Facebook, Twitter e Skype aiuta i compagni sul campo a fronteggiare cecchini e bombardamenti, e denuncia al mondo le atrocità commesse dal regime di Bashar al Assad. Diffondere notizie e immagini delle violenze non basta però a scatenare la reazione internazionale e così, mentre il conflitto infurria, gli attivisti del suo gruppo dovranno decidere quale sia il modo più efficace per combattere un dittatore: i social media o gli AK-47.

Ala’a è il collegamento tra chi protesta e chiede libertà.

E’ infatti grazie ai materiali che lei condivide nelle pagine che amministra, che anche i media tradizionali riescono ad entrare in contatto con fatti, dettagli e ciò che accade in un paese ancora in guerra, e in cui il governo non da accesso ad alcun tipo di informazione.
Abbiamo spesso parlato di alfabetizzazione, emancipazione grazie alla rete, e consapevolezza nell’utilizzo dei media digitali, e in questo film è proprio il senso di responsabilità nell’utilizzo dei mezzi ad emergere. Non è, infatti, la negazione dell’accesso ai media che viene sottolineata, quanto piuttosto la capacità di utilizzare l’accesso a disposizione, in modo tale che sia davvero una resistenza alternativa o complementare, in alcuni casi, a quella fatta con la presenza sul campo o alle armi.
Ala’a riesce a fare dell’equilibrio tra le informazioni, i contenuti multimediali e le atrocità di ciò che accade, la sua cifra stilistica. E’ in grado di far coesistere il racconto tipico dei media di informazione, con la narrazione “cruda” della quotidianità fatta di fughe tra le bombe e macerie. La sua non è una soluzione facile, la rivoluzione fatta con i social media da casa, è una strategia studiata, lucida e coerente, che porta avanti con coraggio e determinazione.

Piscatella, dal canto suo, riesce a far emergere tutto questo universo fatto di guerra e ribellione, mixato alla storia di questa ragazza nella sua quotidianità a Chicago, in un documentario che vi terrà incollate al video, e vi sembrerà finire troppo in fretta.

#chicagoGirl non è soltanto un hashtag, è una voce con cui tutto il mondo può conoscere una storia, è la dimostrazione che il vero social network è fatto di persone che, attraverso i contenuti, possono fare la differnza.

Ecco il programma della serata del 14 Aprile:

20.00 Aperitivo Mondovisioni

21.15 #chicagoGirl The social network takes on a dictator di Joe Piscatella (Usa/Siria, 2013, 74′)

Versione Originale con con sottotitoli in italiano

1 film 5 euro [Tessera Kinodromo 3 euro]

Kinodromo @ Cinema Europa – via Pietralata 55, 40122 Bologna

Durante la serata sarà anche presente “Translate”: una App per smartphone creata insieme ad un gruppo di richiedenti asilo.

Noi ci saremo e voi?

 

team-mgp

Questa è la nostra espressione felice: tanto sforzo per organizzare la #GGDBO15 ripagato dalla vostra partecipazione, dal vostro affetto e dalla soddisfazione per aver creato tutti insieme un momento perfetto.

Ringraziamo di cuore tutte le partecipanti e i loro +1 che hanno colto appieno lo spirito di questa serata e l’hanno arricchita di interventi, networking e simpatia, anche grazie alla presenza del nostro Sfoglino e della sua aiutante.

Lo scopo della nostra associazione è, fra i tanti, mettere in contatto persone diverse fra loro, con esperienze fra le più svariate: a giudicare dai vostri post-it (che vedrete presto online!) siete davvero tutti ricchi di spunti e voglia di fare. Non vediamo l’ora di portare avanti un nuovo anno pieno di novità e tante altre occasioni per stare insieme. Non vi deluderemo, promesso!

foto 1

Oltre alla squisita ospitalità de La Vecchia Scuola, il nostro ringraziamento più sentito va ai nostri sponsor Mariagrazia Panizzi e Consorzio MelaPiù che hanno creduto nello spirito dell’iniziativa e si sono messi in gioco, divertendosi e divertendo. Queste sono alcune delle foto scattate durante la serata, potete trovare qui l’album (se avete altri scatti, mandateli!).

foto 2

Ancora grazie di cuore e non perdiamoci di vista!

GGDBologna team

tagliatella geek

Tutti pronti per stasera? E’ quasi l’ora della tanto attesa #GGDBO15!

Qualche news che vogliamo condividere con voi: innanzitutto, per dare un tocco di dolcezza alla nostra serata #tagliatellageek abbiamo un partner d’eccezione, il top di dolcezza delle mele Fuji e Fujion del Consorzio MelaPiù!

Ci è sembrato ideale unire la nostra vocazione tech a questo evento a km 0, ricco delle migliori tradizioni della nostra terra e quale occasione migliore per farvi assaggiare queste meravigliose mele di pianura, coltivate con estrema cura e passione dagli esperti agricoltori della nostra zona?

Potrete assaggiare e portare a casa con voi MelaPiù, ma soprattutto fotografarvi assieme a loro perché… #anchetuseiMelaPiù.

E finalmente possiamo annunciare chi sarà l’aiutante sfoglino. Rullo di tamburi….Clara Zeed, sei pronta per sfidare la tradizione? ;) Noi non vediamo l’ora di assaggiare la tua tagliatella geek gluten free! Grembiule e strumenti da cucina ti aspettano per imparare tutti i trucchi del mestiere.

Cos’altro aggiungere! Ci vediamo stasera per un buon piatto di #tagliatellageek!

 

StartupWeekend_450x450

StartupWeekend_01

 

 

Il primo Women Startup Weekend Italiano arriva a Bologna e noi non potevamo non partecipare attivamente. Siamo infatti felici di essere fra le organizzatrici, nonché partner di questo importante evento.

Siamo inoltre felici di segnalare fra le speaker a nostra Presidente Francesca Sanzo che sabato 14 alle 15.00 terrà uno speech imperdibile su start-up storytelling.

Sei pronta per il primo Women Startup Weekend?

Bene allora iscriviti subito e assicurati un posto all’interno del programma.

Che Cos’è lo Startup Weekend Women?

E’ un’iniziativa che mira a sollecitare e supportare la nascita di nuove imprese femminili.

Chi può partecipare?

Ciascuna donna che:

  • Abbia un’idea di startup e ha bisogno di misurarsi con altre persone per validare la propria idea.
  • Abbia un’idea di startup ma non ha un team con cui svilupparla.
  • Abbia conoscenze e skills innovative e vuole metterle al servizio di un progetto di startup.
  • Sia in cerca di un team con cui sviluppare una startup
  • Abbia necessità di acquisire le principali competenze per avviare un progetto di startup
  • Voglia approfondire la conoscenza del mondo delle startup

Come si svolge lo startup weekend?

  1. Le partecipanti trascorreranno un intero weekend all’interno di TIM #WCAP Accelerator a contatto con startupper, mentors, coach e speaker.
  2. Ogni partecipante presenterà la propria idea di start-up che sarà votata da tutte le partecipanti.
  3. Di tutte le idee presentate ne saranno selezionate 10 che saranno sviluppate nel corso dei 3 giorni.Con l’aiuto di mentors e coach e guidate da consigli e suggerimenti degli speaker, le 10 idee saranno presentate domenica alla giuria di esperti che premierà i 3 progetti migliori.
  4. I 3 progetti vincitori riceveranno premi in consulenza, libri di testo, mentoring.

Perché l’evento è a pagamento?

Startup Weekend è un evento svolto in spirito di volontariato. Sia i mentor, che i giurati e gli speaker non ricevono alcun compenso. I soldi raccolti con la vendita del biglietto e i quelli offerti dagli sponsor servono a coprire le spese vive dell’evento, i pasti, la sicurezza, la logistica, i viaggi e il soggiorno degli ospiti.

Non perdere gli aggiornamenti

Hashtag ufficiale #wswe
Ti aspettiamo!

Post Navigation