L’ultima notizia è proprio di ieri: un magazine francese ricostruisce la vita di un ignaro 28enne attraverso le sue tracce presenti sulla rete. I link da Google, un profilo Fb, le foto su Flickr e attraverso il nome in chiaro di chiunque è possibile conoscerne la storia, l’età, il lavoro, le amicizie e i gusti… Inutili le proteste del malcapitato, i dati raccolti dagli autori dell’articolo sono tutti pubblici.

Dal Web 1.0, al 2.0, verso il 3.0; lo scenario della rete ha generato sempre più interrogativi di natura legale rispetto a partecipazione e fruizione nel mondo virtuale.
Non si tratta solo di tutela dei minori, ma di tutti coloro che prendono parte alla discussione online, che decidono di essere presenti e di esporsi. Partecipazione intelligente e sicura, per persone e contenuti, nel rispetto delle normative.

Stiamo andando verso una sempre maggiore esposizione di dati, ma alla facilità di accesso alla rete non sempre corrisponde una conoscenza di aspetti legali. E ancora, alla crescita delle possibilità di partecipazione, non corrisponde un immediato adeguamento delle normative.
E’ sotto gli occhi di tutti il fenomeno Facebook, il network che più di ogni altro, soprattutto da quando è in lingua italiana, coinvolge un target sempre più adulto e a volte anche poco “internettizzato” (Fb spesso come prima e unica esperienza di social networking – visto che come sappiamo è la summa un po’ di tutte le possibilità di presenza e partecipazione che esistono nella rete, quanto meno una delle più veloci).

Sono inoltre noti i casi di blogger denunciati per aver espresso pareri su brand o prodotti, commenti che si diffondono velocemente e creano una discussione amplificata; e a causa di questa eco inaspettata sembrano più pericolosi.
Ecco allora la necessità di capire il confine tra libertà di espressione e diffamazione, tarando le considerazioni del caso alle peculiarità del “nuovo” media.

Di tutto questo e di altro vorremmo discutere con voi, grazie alle speaker che hanno accettato il nostro invito 🙂 :

Elvira Berlingieri, si occupa di diritto d’autore e proprietà intellettuale, tutela del software e diritto delle nuove tecnologie. E’ autrice del libro “Legge 2.0. il Web tra legislazione e giurisprudenza” .

Avv. Giusella Finocchiaro, professore ordinario di Diritto di Internet presso l’Università di Bologna. Studia le problematiche del diritto dell’informatica dal 1987, è autrice di diverse pubblicazioni sul tema e collabora a numerosi progetti internazionali.

A presto con gli aggiornamenti sul dove e quando.

-Simona

5 Thoughts on “Il topic della serata bolognese GGD: la Legislazione del Web 2.0

  1. tuxedomoon on 16 gennaio 2009 at 16:49 said:

    Ho letto l’articolo in questione….Beh che dire? è un po’ inquietante questa prospettiva, mette un po’ di angoscia! (per fortuna che non ho pubblicato tutte quelle foto su Flickr! )
    Comunque alla fine credo che sempre più andremo incontro a questo tipo di problemi.
    Vuoi o non vuoi pezzi di noi sono sparsi nella rete; le Tigre non ha fatto altro (certo è un bel lavoro certosino),
    che ricostruire la cronistoria del tipo in questione “Marc”.
    Quando pubblichiamo qualcosa di noi, non dobbiamo mai scordarci che la Rete è più pubblica di quanto si crede!
    L’unica tutela che possiamo impiegare penso sia solo un po’di sana e buona accortezza!

  2. Bhe credo che tuxedomoon abbia ragione… penso anche io che sara’ sempre piu semplice vedere casi del genere… anzi non mi stupirei che ci fosse un’applicazione web2.0 che posca in automatico queste informazioni e ti consegna la storia completa della persona richiesta…

  3. Concordo con OmarCaf: molto probabilmente è un’applicazione che già esiste… pensandoci un attimo non è neanche tanto impensabile come fattibilità…

  4. tuxedomoon on 20 gennaio 2009 at 21:55 said:

    Beh…. in effetti potrebbe tranquillamente già esistere…
    la prospettiva si fà sempre più inquietante….

  5. Pingback: Io Sto Con Flora | lalinda: I'm not bad I'm just drawn that way

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation