Ed eccomi qui a proporre il punto di vista di una geek girl!
Partiamo dall’inizio.
Mi piace leggere!
Leggo di tutto:quotidiani,magazine, libri (nel leggo 2 o 3 contemporaneamente di solito e tutti con tematiche differenti).
Ah, i libri!
Posto che per me il libro è un supporto di contenuti, i libri mi piace leggerli.
Non il uso come soprammobili o per arredare casa.


Quando ho tempo
leggo e leggo ovunque mi trovo.
A volte capita di avere tempo di leggere,ma di non avere con me uno dei libri che sto leggendo, o quell’articolo che avevo adocchiato…e allora mi arrabbio con me stessa e cerco di rimediare come posso,ma la mia attenzione rimane su quello che avrei voluto leggere, a scapito del ripiego del momento.

Una volta letto, scambio i miei libri con amici(mai invenzione fu più geniale del book crossing o delle biblioteche condivise), li regalo,o semplicemente me ne libero,

altrimenti dovrei uscire di casa per far posto ai libri che ho letto nel corso degli anni!

Veniamo al dunque:

Cosa ne penso dell’e-book reader?

Non vedo l’ora di possederne uno!
Avere a disposizione uno strumento leggero e maneggevole che mi permetta di portare con me tutte le riviste che vorrei
(e che non posso portare con me, a meno che non vado in giro con un carrello!)

Avere con me quei 2-3 volumi che ho all’attivo, in una unica soluzione?
Fantastico!
Per me è quasi un sogno e di certo è una concreta soluzione a tanti piccoli problemi pratici.

Il nostro modo di leggere cambierà;certo, che cambierà!

Non avremo più tante pagine da sfogliare e non avremo il fruscìo delle carta come sottofondo,ma in compenso avremo una informazione più veloce e maggiori possibilità di informarci e di concederci il lusso della lettura in ogni momento.

Quest’estate a NY era pieno di gente che in metro piuttosto che alla fermata del bus,piuttosto che in coda davanti ad un teatro,sfoderava il proprio reader e lo sfogliava.

Credo che l’avvento dei reader nel nostro paese sia un passo importante verso una qualità dell’informazione che non può ignorare un approccio plurimo e una facilitazione della fruizione come elementi necessari all’ottimizzazione della divulgazione dei contenuti.
Detto questo aspetto trepidante di assistere agli speech dei nostri ospiti per poter approfondire il tema.

Stay Tuned!
Lalinda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation