NOTA

Questo articolo avrebbe dovuto essere pubblicato su l’Informazione di Bologna nella rubrica Net & The City. Il team GGDBologna continuerà a pubblicare puntualmente la rubrica come atto di sostegno ai dipendenti in lotta per il proprio posto di lavoro. Crediamo che l’Informazione sia una realtà locale di ampio respiro e che, come tutte le testate, costituisca uno strumento di informazione e cultura indispensabile alla cittadinanza. Salviamo l’Informazione

E’ vero che sui social media le donne sono piu’ presenti degli uomini? Lo sapevate che le donne sono la percentuale maggiore di utilizzatori della rete e di nuove tecnologie? Da facebook a twitter a Pinterest la rete e’ dominata dalla presenza femminile.
Allora perché tutti i convegni, tutti gli eventi che si occupano di web e nuove tecnologie, vedono sempre la line-up degli speech piena di nomi solo maschili?

Di questo e di molto altro si e’ parlato a Women in Digital l’evento che si e’ svolto venerdì 20 gennaio al Mambo e organizzato da O-one, agenzia di Digital Relations.
La sala gremita di donne attente, ha seguito con estremo interesse le case history presentate nella mattinata da donne manager che collaborano con l’agenzia e che hanno spiegato come si approccino all’interno delle aziende le donne che lavorano in questo settore fortemente maschile.
Molto interessante seguire le presentazioni dei piani di comunicazione digitali di aziende come Nike, Glaxo Smith Kline, New Holland Agriculture, Alfa Romeo e Bricocenter.
Nel pomeriggio si e’ aperta la tavola rotonda che ha visto la presentazione di un panel composto da donne che non lavorano in grandi multinazionali e che quindi non hanno grossi budget per realizzare i loro progetti, ma che riescono a portare avanti in rete sia la propria vita privata che professionale con ottimi risultati.
Un interessante dibattito si e’ aperto a seguito della presentazione frutto di un assemblaggio di dati provenienti sia da ricerche italiane che straniere che ha offerto un interessante spunto di discussione in sala offrendo l’occasione di allargare la tavola rotonda a tutti i partecipanti.
Qui la presentazione:

Cosa portiamo a casa da questa intensa giornata?

Sicuramente molti consigli e tantissimi spunti.
Sicuramente la voglia di fare network e di promuovere la presenza online come donne e come professioniste della rete.
Uno spunto interessante proveniente da un uomo in sala:

” Il web non e’ una questione di genere, ma di competenze ed e’ in questa ottica che le donne devono muoversi”.

Punto di partenza comune, dunque far avere le proprie competenze e promuoversi, creando centri di intesse comune e nuovi approcci al futuro.
Un interessante incontro e’ stato quello di 3 donne presenti in sala tutte provenienti dai Consolati USA di Firenze, Roma e Milano che, dopo aver speso complimenti per Women in Digital, hanno fatto i complimenti anche a noi GGDBologna e hanno concluso dicendo che: ” A Bologna si progetta il futuro!”
Niente male eh?

One Thought on “WOMEN IN DIGITAL: a Bologna si progetta il futuro.

  1. centri d’interesse comune … ma anche “non più soft contrapposto ad hard ma finalmente SMART … da raggiungere attraverso la relazione tra generi!” bella giornata di riflessione! grazie a tutti e a tutte.

    COMPLIMENTI GGD PER LA MODALITA’ DI PROTESTA SCELTA A SOSTEGNO DE L’INFORMAZIONE DI BOLOGNA

    BRAVE!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation