NOTA

Questo articolo avrebbe dovuto essere pubblicato su l’Informazione di Bologna nella rubrica Net & The City. Il team GGDBologna continuerà a pubblicare puntualmente la rubrica come atto di sostegno ai dipendenti in lotta per il proprio posto di lavoro. Crediamo che l’Informazione sia una realtà locale di ampio respiro e che, come tutte le testate, costituisca uno strumento di informazione e cultura indispensabile alla cittadinanza. Salviamo l’Informazione

Lo scorso giovedì 26 gennaio si è svolto presso lo Urban Center di Bologna il primo appuntamento dedicato alla definizione dell’Agenda Digitale, appuntamento che si ripeterà con cadenza mensile. Ma cos’è l’Agenda Digitale e a cosa mirano questi incontri?

Sulla scia dell’Europa 2020, che ha come obiettivo il rilancio dell’UE sulla base di un’economia intelligente, sostenibile e solidale, il comune di Bologna si è impegnato a dotarsi di un’agenda digitale che si propone di vagliare le proposte della giunta comunale in ambito di e-democracy e innovazione tecnologica e che mira a coinvolgere la cittadinanza all’utilizzo dei media sociali.

Per avviare questo percorso “partecipato” si sono organizzati incontri mensili grazie ai quali verrà data la possibilità di discutere e di approfondire di tematiche di sviluppo su base ICT e gettare le basi per la costruzione di una comunità nella quale il cittadino svolga sempre più le funzioni di un attore coinvolto nel prorio tessuto sociale.

Gli assi sui quali si svilupperanno gli incontri sono i seguenti:

-internet come diritto;

-coinvolgimento della cittadinanza;

-innovazione tecnologica, PMI per la Smart City & il City branding;

-open data.

Per ognuna di queste tematiche è stato dedicato uno specifico incontro che è possibile consultare nella seguente agenda, con delle modalità di partecipazione ben definite che prevedono da un lato la presentazione da parte del comune di una proposta e dall’altro gli interventi degli interlocutori coinvolti (siano essi stakeholders, blogger, innovatori, semplici cittadini) che in questo modo potranno dire la loro e proporsi per eventuali sponsorizzazioni.

Il primo appuntamento che ha registrato un ottimo successo, ha visto la partecipazione di molti addetti ai lavori, interlocutori provenienti dal mondo dell’impresa, dei social media e blogger: varie sono state le proposte avanzate e anche noi GGDBologna abbiamo annunciato il prossimo appuntamento #GDD11 del 18 febbraio; un barcamp che avrà come tema proprio l’e-democracy al femminile con un focus particolare sulle opportunità per le donne in vista dell’Europa2020.

Gli eventi, che possono essere seguiti in diretta streaming e seguendo l’hashtag ufficiale #agendadigitalebo, si susseguiranno fino al 3 maggio, nel frattempo vi ricordiamo che è possibile proporre un’idea compilando il seguente form.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation