Ancora poche ore e comincerà la GGD11. vi lasciamo con l’ultima parte delle interviste alle nostre speaker: Elena Donnari.

GGD – Elena, presentati

Piemontese di nascita, nomade per l’Europa, la Polonia come seconda casa. Una laurea in Scienze politiche e relazioni Internazionali (Roma Tre), un diploma in geografia economica alla LSE e un master in pubblica amministrazione europea al Collegio d’Europa. Sono membro del Transatlantic Network 2020, un’iniziativa del British Council per i giovani tra il 25 ed i 35 anni finalizzata a rafforzare i legami tra l’Europa e il Nord America attraverso la creazione di un “network d’azione” di giovani leader.

Attualmente collaboro come esperto di assistenza tecnica e monitoraggio dei fondi della Comunità Europea presso una società di consulenza globale e svolgo attività di comunicazione e sensibilizzazione per la partecipazione nella progettazione comunitaria e, in particolare, nelle attività di ricerca e innovazione per clienti pubblici e privati. Da ottobre 2011 ho avuto l’opportunità di portare il mio contributo come “Online Animator” per l’Italia all’iniziativa “Digital Agenda for Europe Going Local” della Commissione Europea, che ha lo scopo di coinvolgere tutti gli stakeholders nella realizzazione degli obiettivi dell’Agenda Digitale e stimolare l’impegno a livello nazionale, regionale e locale.

GGD-Ti interessi di di e-Democracy e politica 2.0, come si approccia una donna a questi temi?

Lascio alla discussione aperta di oggi pomeriggio un approfondimento e uno scambio su un’eventuale approccio femminile ai temi dell’e-democracy e della politica 2.0! Ad ogni modo, il mio interesse è da cittadina attiva. Credo nei principi della democrazia partecipativa, fatta di open data e trasparenza, da realizzarsi nella pratica di ogni giorno; nella comunicazione a doppio senso  in cui le amministrazioni riescono a imparare a dialogare con i cittadini, a saper chiedere e ad ascoltare, e i cittadini, meglio se organizzati, non si limitano alla denuncia, ma instaurano forme di collaborazione (anche creative!) per un concreto miglioramento dei servizi e, in generale, della vita delle nostre società.

Nel mio piccolo, ho cercato di trasmettere parte della mia “visione” dell’e-democracy curando la comunicazione e in particolare le video-interviste con alcune personalità – uomini e donne – di particolare rilievo in questo ambito per il contest della Regione Emilia-Romagna “Ideamocracy in team con Michele D’Alena e Guglielmo Apolloni sotto la saggia guida di David Osimo.

GGD- Di cosa parlerai il 18 Febbraio?!

In previsione della prossima Assemblea dell’Agenda Digitale Europea (giugno 2012), vi parlerò brevemente del contributo delle donne alla prima Assemblea dello scorso anno, di come le problematiche specificatamente femminili siano rappresentate nell’ambito dei sette pilastri dell’Agenda Digitale e della proposta per un Piano d’Azione di genere sull’Agenda Digitale Europea nata dall’attivismo del Centro Europeo Donne e Tecnologie (ECWT) e poi sostenuta dalla Commissaria europea Neelie Kroes.

GGD-Cosa ne pensi di movimenti come quello di Girl Geek Dinners Bologna?

Su twitter mi definisco una “social butterfly” e per coerenza non posso che incoraggiare qualsiasi opportunità di socializzazione, scambio e networking (online e offline, più o meno formale) che faciliti la creazione di solide reti collaborative, ancor più se con una visione del rapporto tra donne e tecnologia come strumento per sostenere e valorizzare la creatività e la capacità innovativa del talento femminile.

Ho frequentato brevemente le GGD di Bruxelles e proprio durante uno dei tanti incontri conviviali è nato un   progetto dal grande potenziale: “Greenlight for Girls”, per incoraggiare le bambine di qualsiasi età allo studio della matematica, delle scienze, dell’ingegneria e delle materie tecnologiche, che spero presto di riuscire a portare in Italia. Da quando sono tornata a Roma a fine 2010, ho cercato di partecipare alle attività GGDRoma, anch’esse molto attive nella capitale e non solo. Long live the GGD!

Vi ricordiamo che l’appuntamento con la GGD11 è oggi alle ore 15.00 allo Urban Center della Sala Borsa e che alla fine del camp ci sarà la Tweet pizza organizzata dalle nostre amiche Paola e Francesca. Iscrivetevi qui: #twitpizzaBO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation