A distanza di 2 anni GGDBologna pubblica il suo primo e-book

“Chi ha paura della rete? grazie alla collaborazione con Simplicissimus Book Farm.

I lavori di editing ci hanno portato via tanto tempo  ci sono costati non pochi stress verso le nostre preziosissime contributors, ma il nostro lavoro é stato ampiamente compensato.

La rete fa paura, più di quello che si pensa e più di quello che si riesce a vedere; la paura della rete é diffusa e ha molte facce e molteplici sono i settori in cui serpeggia.

Allo stesso tempo, soprattutto in questo periodo, fa paura il terremoto:  la forza del terremoto é dirompente, e scatena un serie di effetti concatenati.

 Abbiamo deciso così di devolvere il netto del ricavato dalla vendita del nostro ebook alle vittime del terremoto.

In questo modo ci sembra  di contribuire ad esorcizzare la paura verso la rete, mezzo grazie al quale si sono costituiti i principali network di solidarietà attorno alle vittime del terremoto, sia nel caso de l’Aquila che nel caso del terremoto dell’Emilia Romagna.

All’interno di “Chi ha paura della rete?” troverete oltre ai documenti presentati e discussi durante il Barcamp anche dei contenuti inediti realizzati dalle nostre speaker e delle interviste conteneti interessanti riflessioni sul tema.

Hanno contribuito a questo lavoro:

  • Leda Guidi,
  • Mara Cinquepalmi
  • Elisa Mazzini e Giulia Madau
  • Giusy Aloe
  • Antonella Beccaria
  • Giulia Simi
  • Alessandra Farabegoli
  • Laura Intransito

La rete va conosciuta e sfruttata al meglio, in modo che essa possa diventare un prezioso strumento di democrazia e solidarietà e una grossissima opportunità.

Potete scaricare l’ebook su:

Ultima Books
iTunes
La Feltrinelli.it
University.it
BookRepublic
Bol

e tanti altri!

Un ringraziamento particolare a Giulia Lippolis aka SimplyGiulia che ha seguito personalmente il progetto di editing.

3 Thoughts on “Chi ha paura della rete? Online il nostro primo e-book!

  1. jennifer on 18 giugno 2012 at 09:52 said:

    Io ero presente a questa GGD e devo dire che é stata SUPER interessante e sono tornata a casa con tanti belli spunti. Vale la pena scaricarlo! 🙂

  2. Pingback: Un eBook per il terremoto in Emilia « Germana's telling

  3. Pingback: Girl Geek Dinners Bologna: online il primo e-book | Comunicati Stampa 24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation