Raccogliamo la lettera aperta di Paolo Valenti aka Wolly sulla trasformazione delle regole dell’organizzazione dei WordCamp e, come organizzatrici del primo WordCamp Bologna ci sentiamo di dire la nostra.

Paolo (che, non dimentichiamo, ha il merito di aver portato il WordCamp in Italia) non ha tutti i torti quando parla di certe difficoltà: da quando la gestione è stata unificata e convogliata in modo univoco verso gli Stati Uniti, l’organizzazione si è complicata parecchio, anche se per fortuna nel nostro caso il suo aiuto è stato fondamentale ma, seppur dalla stessa Automattic abbiamo ricevuto molto sostegno, non nascondiamo che le procedure siano state più macchinose di quanto ci aspettavamo.

Tutto questo -in un ideale di condivisione e di diffusione della Rete come strumento di conoscenza ed emancipazione, cardine dello scopo della nostra Associazione- non è comunque risultato un problema e i feedback sulla qualità degli interventi hanno già parlato chiaro.

Ci dispiace soltanto -e non nascondiamo una punta di amarezza, ma senz’altro alcun rancore- aver colto in rete alcune affermazioni circa i WordCamp precedenti…

Siamo convinte che la rete sia uno strumento di condivisione e attraverso la condivisione della conoscenza, crediamo si debba creare eccellenza e stimolare la conoscenza. Questo per noi è fare rete e i barcamp non sono altro che la sua trasposizione analogica: un insieme di persone, mosse da una comune passione, che condividono spontaneamente il proprio sapere, i propri consigli e le proprie insicurezze.

E’ così che è nata Internet, grazie alla passione di pochi che hanno condiviso con tutti il proprio sapere gratuitamente.

E’ per questa nostra convinzione che non crediamo che i barcamp debbano essere finanziati dagli sponsor e non dai partecipanti.

Lo spirito decoubertiano che alberga in noi, unito al radicato amore per la rete, ci spingono  a fare i nostri migliori auguri soprattutto a Mirko e Massimo che hanno ricevuto da noi il testimone e stanno portando avanti l’organizzazione del prossimo WordCampBo.

In bocca al lupo!

GGDBologna team

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation