Come alcun* di voi già sanno, la nostra presidente e fondatrice del team Girl Geek Dinners Bologna,
Linda Serra
, domani partirà alla volta degli Stati Uniti, per partecipare al progetto di gruppo
Women in Technology” nell’ambito dell’International visitor Leadership Program.

Come descritto sul portale ufficiale del progetto:

Attraverso visite a breve termine negli Stati Uniti, l’International Visitor Leadership Program (IVLP) connette leader stranieri attuali e futuri, provenienti da diversi settori e percorsi, e permette loro di coltivare rapporti duraturi con i loro omologhi americani.
Incontri professionali che riflettono gi interessi professionali dei partecipanti e sostengo gli obiettivi di politica estera degli Stati Uniti.

Abbiamo chiesto a Linda di mettersi dall’altra parte del Blog 🙂 per rispondere a qualche domanda che ci permetta di conoscere un po’ di dettagli di questa magnifica esperienza che la aspetta!

 

Intervista

1 – Come è nata questa collaborazione con l’Ambasciata USA e il tuo coinvolgimento nel progetto?

E’ nata lo scorso anno in occasione della #GGD11 Geek Democracy, quello che le donne italiane si aspettano dall’Agenda Digitale Europea. In quell’occasione sono stata contattata dal Console Sarah Craddock Morrison, che volle aprire i lavori del Bar Camp. Quello che aveva attratto il suo interesse era il nostro approccio verso i nuovi media come ausilio all’emancipazione della condizione femminile nel nostro paese: medesimo approccio del programma che da anni Ilary Clinton porta avanti in USA. Da allora la collaborazione di GGDBologna con il Consolato di Firenze è andata avanti, finchè un giorno è arrivato l’invito dell’ Ambasciatore Thorne ad incontrarci in occasione della sua visita a Bologna per conoscere meglio noi e quello che facciamo in Italia…che emozione, vi ricordate?

2 – Come ti senti a rappresentare le donne italiane in questo progetto di mentorship?
Ovviamente onoratissima, quando lo scorso Luglio ho ricevuto l’annuncio di essere io l’Italian Visitors per il programma 2013, mi tremavano le gambe, ma non avevo ancora realizzato…poi a Febbraio è arrivata la lettera dell’Ambasciatore Thorne che mi invita nel suo paese a svolgere questo importante programma e ho realizzato definitivamente. Sono emozionatissima, penso a come sarà essere in un ambiente internazioanle siamo 15 donne da differenti paesi nel mondo e tutte con un interesse comune “Women in Technology”. Penso a come sarà confrontarmi con donne che in USA portano avanti progetti imprenditoriali e portano avanti gli stessi principi che portiamo avanti noi in Italia.

3 – The next generation of global women leaders come ti vedi in questa definizione?

Non troppo a mio agio…la prima persona che mi definì leader fu la mia Prof di Chimica del Liceo: l’ultimo giorno di scuola mi salutò dicendomi “Serra tu sarai una leader!” Rimasi di stucco e mi feci una risata – avevo 18 anni. Più o meno mi sento così anche adesso, ma penso “Nothing to Smile” cose serie 🙂

4 – Cosa porti di te e dell’Italia in USA e cosa speri di portare con te al tuo ritorno?
Con me porto tutte voi: tutti gli anni di esperienza nel team GGDBologna, tutte le storie che ho raccolto ad ogni nostro evento e l’istantanea del nostro paese. Ho raccolto tanti dati che spero di avere occasione di condividere. Spero di portare a casa delle opportunità, contatti per dar vita ad un network internazionale che possa aiutarci a portare avanti iniziative sempre più importanti e utili per le donne italiane. Mi piacerebbe poter portare innovazione e prospettive nuove nel nostro paese, dare voce al bisogno che c’è in Italia di una politica femminile innovativa e concreta, che trasformi la tecnologia in facilitatore sociale in grado di abattere barriere e creare opportunità per le donne italiane. Quindi tenetevi pronte 😉

5 – 3 punti di forza e 3 punti di debolezza nell’essere digital woman oggi in Italia

Punti di forza

  • Essere al centro del dibattito ed essere sempre informata su come vanno le cose
  • Avere una grande consapevolezza di come dovrebbero andare le cose (non so se è un vantaggione:))
  • Sicuramente avere delle opportunità in più da cogliere: interessarsi oggi al digitale significa interessarsi all’unica leva di cambiamento e all’unica prospettiva di evoluzione socio-economica del nostro paese

Punti di debolezza

  • Dover sgomitare tantissimo, ma tanto tanto…
  • Dover abbassare il livello delle aspettative: siamo indietro qui, eh… quindi spesso la testa va ai 3.000, ma poi le gambe corrono ai 100 e tocca ritarare la corsa e spesso rimbalzare su enormi e spessi muri di gomma.
  • Doversi imbattere quotidianamente in tanti ostacoli burocratici, di spicciola formalità e di pregiudizio. Se sei donna e ti interessi di digitale e aspetti di genere in Italia, ma spesso anche all’estero, è quasi come se facessi un dispetto a qualcuno: hai sempre questa sensazione addoso, di star quasi dando fastidio, quindi devi in qualche modo sempre bilanciare le cose. Devi dimostrare sempre qualcosa in più. Gran fatica!

6 – Un consiglio per le digital Women di domani
Non smettete mai di essere curiose e inseguite i vostri sogni.

Seguite i profili GGD Bologna per accompagnare Linda in questo viaggio, tramite Facebook , Twitter e ovviamente i post di aggiornamento sul nostro Blog!

Buon Viaggio President, il Team GGDBologna è orgoglioso di te 🙂

2 Thoughts on “The President Goes to Washington D.C. Intervista a Linda Serra

  1. Vai Linda, le GGD Roma sono con te! Non vediamo l’ora di seguire i tuoi racconti!

  2. Ci sono tante cose ti possono capitare nella vita, ci sono tante persone che puoi incontrare e parole che puoi dire, cose che puoi fare per tutta le vita.
    Incotrare le persone giuste,non è facile ed è cosa preziosa perchè ti cambia la vita.
    Io ho incontrato voi Girls e insieme a voi sto portando avanti questo piccolo-grande sogno che cresce giorno dopo giorno.
    Grazie perchè insieme a voi sto realizzando qualcosa che senza di voi non sarebbe possibile. Tutte noi insieme siamo artefici di un progetto che è diventato parte portante delle nostre esistenze.
    Senza di voi ragazze, senza il vostro talento e il vostro impegno, la vostra passione e la vostra dedizione, GGDBOlogna non sarebbe andata così avanti.
    Sono commossa e fiera di esservi amica e di poter condividere con voi questa avventura. Vi devo tutto, grazie Girls e adesso basta perchè mi si scioglie il mascara :***

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation