Non è la prima volta che ci occupiamo di Spreaker, in passato in numerose occasioni abbiamo raccontato di questa realtà nata a Bologna ed è per questo che oggi siamo felici di condividerne gli ultimi successi che hanno ancora una volta messo in luce le competenze italiane nel mondo.

Per chi ancora non conoscesse questa startup ormai internazionale, Spreaker è un’applicazione web e mobile che permette a chiunque in pochi click di creare tracce e podcast in diretta e in differita. E’ online dal 2010 e ad oggi ha permesso ai suoi 2 milioni di utenti registrati di farsi conoscere attraverso le loro storie, la loro musica, le loro esperienze personali.

La nostra esperienza con questa realtà è nata quasi agli inizi quando Linda Serra, Presidente di GGD Bologna, mi ha chiesto di entrare a far parte del team bolognese proprio in virtù della mia collaborazione con una delle più promettenti startup del territorio. Da allora il nostro legame con Spreaker si è intensificato ed io stessa in varie occasioni ho avuto la possibilità di raccontare come nasce e si concretizza un’idea di impresa e come utilizzare al meglio questo strumento. Durante #GeekDemocracy lo streaming live dell’evento  ha permesso a tutti gli interessati di seguire il dibattito in diretta dallo Urban Center di Bologna, prendendo parte alla conversazione, discutendo in tempo reale con le relatrici e i partecipanti.

Con Spreaker infatti non ci sono limiti di utilizzo, in questi anni la piattaforma è stata usata come vetrina per i musicisti, come strumento di reporting dal basso, non ultimo durante OccupyGezi, come streaming live di eventi così come ha dato vita a forme di intrattenimento sul web: il trending topic #Twittamidinotte è nato proprio dalla voglia di divertirsi e di fare radio di un gruppo di ragazzi che hanno trasformato un appuntamento radiofonico in un vero e proprio successo.

Dal 2010 ad oggi, il team tutto italiano, ha fatto molta strada: prima ha aperto un presidio commerciale in Silicon Valley, poi dal gennaio di quest’anno ha scelto Berlino come nuova sede operativa, lasciando a Bologna l’ufficio legale. Proprio al Microsoft BizSpark di Berlino, poche settimane fa, Spreaker ha conquistato il primo posto come startup più promettente d’Europa soli pochi giorni prima dell’annuncio ufficiale di una partnership strategica che permetterà a tutta la Community di Spreaker di coltivare e realizzare il sogno di diventare famosi.

Insieme con iHeartRadio, piattaforma di streaming audio di Clear Channel, una delle aziende Media più famose al mondo, la startup ha lanciato il nuovo servizio iHeartRadio Talk, che darà la possibilità a tutti gli utenti iscritti a Spreaker di trasmettere i propri show sulla piattaforma americana vedendo comparire i propri contenuti assieme a celebrità del calibro di Ryan Seacrest, Glenn Beck, Mario Lopez e a testate come ABC News, Wall Street Journal, Fox Sports e Huffington Post.

Clear Channel utilizzerà Spreaker come strumento per consentire ai propri artisti e DJ di trasmettere – anche in diretta – su iHeartRadio; allo stesso tempo, tutti gli utenti iscritti a Spreaker potranno inviare i propri show allo staff di iHeartRadio e, se approvati, avranno accesso al vasto pubblico di questa piattaforma.

Con oltre 180.000.000 di download su varie piattaforme, iHeartRadio è una delle applicazioni più scaricate di sempre ed è stata la più veloce nella storia a raggiungere i 20 milioni di utenti registrati: più rapidamente di Facebook, Google+ o Twitter.

Con questo nuovo accordo la startup up bolognese punta sempre più alto offrendo un servizio completo dalla creazione alla distribuzione dei contenuti. Dj, musicisti, radioamatori, giornalisti e semplici appassionati, possono creare e caricare i propri contenuti dal web o dalle applicazioni iOS e Android, avendo la possibilità di trasmettere a più di 180.000.000 di persone in tutto il mondo.
Un esempio di made in Bologna doc che speriamo possa servire com fonte di ispirazione per tutti coloro che ad oggi lavorano per la concretizzazione di un’idea di impresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation