GGD Bologna promuove internet come driver di democrazia, libertà e cultura, e come strumento di emancipazione per le donne.
Ecco perchè è con piacere che abbiamo scelto di appoggiare questo evento e fare da media partner.
Locandina-mondovisioni-14aprile-2-01MONDOVISIONI è la rassegna dei documentari di Internazionale che per il terzo anno a Bologna grazie alla rinnovata collaborazione tra Kinodromo, Sfera Cubica e Locomotiv club.
Il #6 appuntamento della rassegna, è il documentario che è stato scelto come icona di questa terza edizione: “#chicagoGirl – The social network takes on a dictator”.
Il documentario narra la storia di Ala’a Basatneh, 22 anni, un pc e la volontà di raccontare una storia a qualunque costo:
Dalla sua stanza alla periferia di Chicago una ragazza americana, figlia di esuli siriani, coordina attraverso la rete la rivolta in Siria: tramite Facebook, Twitter e Skype aiuta i compagni sul campo a fronteggiare cecchini e bombardamenti, e denuncia al mondo le atrocità commesse dal regime di Bashar al Assad. Diffondere notizie e immagini delle violenze non basta però a scatenare la reazione internazionale e così, mentre il conflitto infurria, gli attivisti del suo gruppo dovranno decidere quale sia il modo più efficace per combattere un dittatore: i social media o gli AK-47.

Ala’a è il collegamento tra chi protesta e chiede libertà.

E’ infatti grazie ai materiali che lei condivide nelle pagine che amministra, che anche i media tradizionali riescono ad entrare in contatto con fatti, dettagli e ciò che accade in un paese ancora in guerra, e in cui il governo non da accesso ad alcun tipo di informazione.
Abbiamo spesso parlato di alfabetizzazione, emancipazione grazie alla rete, e consapevolezza nell’utilizzo dei media digitali, e in questo film è proprio il senso di responsabilità nell’utilizzo dei mezzi ad emergere. Non è, infatti, la negazione dell’accesso ai media che viene sottolineata, quanto piuttosto la capacità di utilizzare l’accesso a disposizione, in modo tale che sia davvero una resistenza alternativa o complementare, in alcuni casi, a quella fatta con la presenza sul campo o alle armi.
Ala’a riesce a fare dell’equilibrio tra le informazioni, i contenuti multimediali e le atrocità  di ciò che accade, la sua cifra stilistica. E’ in grado di far coesistere il racconto tipico dei media di informazione, con la narrazione “cruda” della quotidianità fatta di fughe tra le bombe e macerie. La sua non è una soluzione facile, la rivoluzione fatta con i social media da casa, è una strategia studiata, lucida e coerente, che porta avanti con coraggio e determinazione.

Piscatella, dal canto suo, riesce a far emergere tutto questo universo fatto di guerra e ribellione, mixato alla storia di questa ragazza nella sua quotidianità a Chicago, in un documentario che vi terrà incollate al video, e vi sembrerà finire troppo in fretta.

#chicagoGirl non è soltanto un hashtag, è una voce con cui tutto il mondo può conoscere una storia, è la dimostrazione che il vero social network è fatto di persone che, attraverso i contenuti, possono fare la differnza.

Ecco il programma della serata del 14 Aprile:

20.00 Aperitivo Mondovisioni

21.15 #chicagoGirl The social network takes on a dictator di Joe Piscatella (Usa/Siria, 2013, 74′)

Versione Originale con con sottotitoli in italiano

1 film 5 euro [Tessera Kinodromo 3 euro]

Kinodromo @ Cinema Europa – via Pietralata 55, 40122 Bologna

Durante la serata sarà anche presente “Translate”: una App per smartphone creata insieme ad un gruppo di richiedenti asilo.

Noi ci saremo e voi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation