23 marzo 2013: segnate questa data sull’agenda, perché è il giorno in cui diventerete dei wikipediani.

Alle 10:30, presso l’Urban Center, in Sala Borsa, si terrà l’incontro Marilyn, Rita, Caterina: Wikipedia e le Donne, durante il quale discuteremo il tema della presenza e della partecipazione femminile all’enciclopedia online più famosa di sempre.

Nella prima parte avremo come ospiti Leda Guidi, dirigente dell’Agenda Digitale bolognese, Frieda Brioschi, presidente di Wikimedia Italia, ed Emma Tracanella, responsabile per Wiki Loves Monuments Italia e GGD milanese. Parleremo di figure femminili della storia e della tecnologia e del problema del divario di genere presente su Wikipedia, con speciale riferimento a come questo si rifletta sui contenuti dell’enciclopedia.

Nella seconda parte, invece, entreremo nel vivo del funzionamento di Wikipedia, attraverso un workshop introduttivo tenuto da Ginevra Sanvitale, membro di Wikimedia Italia e ultima arrivata tra le GGD bolognesi. Dopo un’introduzione sulle regole e sui meccanismi di base che regolano l’enciclopedia andremo a modificare direttamente delle voci riguardanti figure femminili rilevanti, scoprendo che contribuire a Wikipedia è molto più semplice di quello che sembri!

Tutto quello che dovete fare è registrarvi all’evento su eventbrite e portare con voi un computer portatile o un tablet (ma se non ce l’avete, venite lo stesso!).

 

L’iniziativa è organizzata in partnership con Wikimedia Italia, associazione di promozione sociale attiva nel campo dell’open culture e corrispondente ufficiale della Wikimedia Foundation in Italia.


Photo credits Nicola D’Agostino

E’ stato impegnativo e molto faticoso, ma il risultato è andato oltre ogni previsione: siamo soddisfatte e felici di avere organizzato il primo WordCamp a Bologna e ringraziamo davvero di cuore tutti coloro che ci hanno aiutato:

Leda Guidi e l’Assessore Matteo Lepore del Comune di Bologna e Rete Iperbole, Agenda Digitale, Lepida, l’Università di Bologna.
Salaborsa e Urban Center.
Andrea Middleton di Automattic/WordCamp.org
Paolo Valenti aka Wolly e WordCamp Italy
Il nostro partner Telecom Italia, la sua speaker Silvia Lischetti, il suo staff e i suoi instancabili tecnici.
Il nostro sponsor Code Poet.
Il team Hagakure, Alessandra Pancani e Antonella Ranaldo.
Il team di T3Lab e Mirko Falavigna che vi aspettano a febbraio per il loro evento
Tutti i nostri speaker.
Il team GGDBologna: Cecilia Pedroni, Enza Capobianco, Giulia Lippolis, Tonia Maffeo, Linda Serra e Daniela Bortolotti.

Vi ricordiamo che sarà presto disponibile un video con gli highlights della giornata (a richiesta i quattro dvd completi con tutto il girato).

Per le slide di tutti gli speech e workshop seguiteci sul nostro profilo SlideShare.

Siete pronti per Geek Democracy?

Siamo sicure di si, ma visto che siamo altrettanto sicure che vorrete sapere qualcosa in più sull’evento, iniziamo a presentarvi meglio le speaker che si susseguiranno sabato 18 febbraio in occasione di GGD11Bologna per affrontare il tema :

“Geek-democracy: quello che le donne Italiane si aspettano dall’Agenda Digitale Europea e dalla politica 2.0”
Ecco a voi la prima speaker

Flavia MarzanoPresidente di Stati Generali dell’Innovazione.

GGDBO- Flavia Presentati.

Informatica, docente di tecnologie per l’innovazione nella PA, credo nella forza del crowd, nell‘openness e nella democrazia partecipata.

Per questo lavoro, per questo combatto.

GGDBO -Ti interessi di di e- Democracy e/o politica 2.0, come si approccia una donna a questi temi?

Flavia Le donne sono per definizione 2.0 e qui brevissima la mia opinione in proposito

GGDBO Di cosa parlerai il 18 Febbraio?!

Flavia- Vorrei parlare di come le donne sono da sempre open e 2.0 e di come la democrazia partecipata sia più facilmente accettata dalle politiche piuttosto che dai politici.Per questo dobbiamo avere piu’ donne in politica, locale e nazionale.

GGDBO Cosa ne pensi di movimenti come quello di Girl Geek Dinners Bologna?

Flavia- Confesso che li frequento poco e solo di striscio non essendo piu’ Girl da parecchio tempo: li supporto quando posso, li caldeggio e credo che possano generare le donne della politica di domani (domani prossimo non troppo lontano).

Speriamo di coinvolgere Flavia nella partecipazione degli eventi GGD e ci prepariamo al suo speech di Sabato.
Cosa vorreste chiederle?
Su quali aspetti vi piacerebbe riflettere insieme a lei?

Iniziate a pensarci da adesso.
A Sabato
GGDTeam

NOTA

Questo articolo avrebbe dovuto essere pubblicato su l’Informazione di Bologna nella rubrica Net & The City. Il team GGDBologna continuerà a pubblicare puntualmente la rubrica come atto di sostegno ai dipendenti in lotta per il proprio posto di lavoro. Crediamo che l’Informazione sia una realtà locale di ampio respiro e che, come tutte le testate, costituisca uno strumento di informazione e cultura indispensabile alla cittadinanza. Salviamo l’Informazione

Lo scorso giovedì 26 gennaio si è svolto presso lo Urban Center di Bologna il primo appuntamento dedicato alla definizione dell’Agenda Digitale, appuntamento che si ripeterà con cadenza mensile. Ma cos’è l’Agenda Digitale e a cosa mirano questi incontri?

Sulla scia dell’Europa 2020, che ha come obiettivo il rilancio dell’UE sulla base di un’economia intelligente, sostenibile e solidale, il comune di Bologna si è impegnato a dotarsi di un’agenda digitale che si propone di vagliare le proposte della giunta comunale in ambito di e-democracy e innovazione tecnologica e che mira a coinvolgere la cittadinanza all’utilizzo dei media sociali.

Per avviare questo percorso “partecipato” si sono organizzati incontri mensili grazie ai quali verrà data la possibilità di discutere e di approfondire di tematiche di sviluppo su base ICT e gettare le basi per la costruzione di una comunità nella quale il cittadino svolga sempre più le funzioni di un attore coinvolto nel prorio tessuto sociale.

Gli assi sui quali si svilupperanno gli incontri sono i seguenti:

-internet come diritto;

-coinvolgimento della cittadinanza;

-innovazione tecnologica, PMI per la Smart City & il City branding;

-open data.

Per ognuna di queste tematiche è stato dedicato uno specifico incontro che è possibile consultare nella seguente agenda, con delle modalità di partecipazione ben definite che prevedono da un lato la presentazione da parte del comune di una proposta e dall’altro gli interventi degli interlocutori coinvolti (siano essi stakeholders, blogger, innovatori, semplici cittadini) che in questo modo potranno dire la loro e proporsi per eventuali sponsorizzazioni.

Il primo appuntamento che ha registrato un ottimo successo, ha visto la partecipazione di molti addetti ai lavori, interlocutori provenienti dal mondo dell’impresa, dei social media e blogger: varie sono state le proposte avanzate e anche noi GGDBologna abbiamo annunciato il prossimo appuntamento  #GDD11 del 18 febbraio; un barcamp che avrà come tema proprio l’e-democracy al femminile con un focus particolare sulle opportunità per le donne in vista dell’Europa2020.

Gli eventi, che possono essere seguiti in diretta streaming e seguendo l’hashtag ufficiale #agendadigitalebo, si susseguiranno fino al 3 maggio, nel frattempo vi ricordiamo che è possibile proporre un’idea compilando il seguente form.

Bologna e il mondo del digitale hanno ormai istituito da tempo una relazione di successo, e sempre più spesso iniziative volte al mondo del web, inteso nella tua totalità, passano da qui.

Anche oggi quindi abbiamo il piacere di segnalarvi due eventi ai quali non potete mancare e che si svolgeranno nei prossimi giorni.

Crisis Camp Italy: in scena per la prima volta in Italia il prossimo sabato 19 novembre a partire dalle 10:00 presso la sala dello Urban Center , è un incontro informale specializzato nell’ambito delle risorse online create per la gestione della crisi di qualsiasi natura (emergenze naturali, crisi politiche o umanitarie). Tutto nasce a Parigi nel maggio scorso, quando per la prima volta il Camp focalizzò l’attenzione sullo stato delle tecnologie 2.0 in relazione alla gestione della crisi e con un occhio particolare ai progetti europei. Da lì la volontà degli organizzatori di creare un network tra persone, attori e operatori del soccorso presenti sul territorio e che adesso per la prima volta attiva il suo lavoro nel nostro Paese.

European Digital Agenda Going Local: è la prima tappa in Italia, alle quali seguiranno quelle di Palermo e Roma, organizzate dalla Commissione Europea per promuovere l’Agenda Digitale Europea i cui temi centrali sono: l’alfabetizzazione digitale, il contrasto al digital divide, la promozione dell’ e-government e dell’open data così come la realizzazione di smart cities. L’incontro che si terrà il prossimo 21 novembre alle ore 09:00 presso Palazzo Re Enzo, prevede nel pomeriggio un barcamp con sessioni dedicate a:

-Broadband & NGN – banda larga, banda ultra larga, fibre ottiche, sistemi wireless, wi-fi pubblico, ecc;

-Skills, inclusion, innovation and creativity – competenze, scuola 2.0, alfabetizzazione informatica, innovazione e industria della creatività, ecc.;

-Open all – open source, open data, trasparenza, condivisione e collaborazione, ecc.;

-Smart & Green – città intelligenti, integrazione di servizi e reti, risparmio energetico, tecnologie verdi, ecc.;

Per partecipare ai lavori è necessario iscriversi qui mentre per accedere ai barcamp sarà sufficiente mandare un email. L’evento sarà seguito e commentato su Twitter con l’hashtag #daelocal_it.

Non ci resta quindi che darvi appuntamento ai seguenti incontri, noi faremo di tutto per esserci… e voi?

Post Navigation