ggdbo14

La 14ma edizione di Girl Geek Dinners Bologna si è appena conclusa e siamo fiere di tutti i complimenti e i riconoscimenti e i ringraziamenti che abbiamo ricevuto. Il successo di un evento come quello di sabato, come ho già detto, è dovuto all’alchimia perfetta di tanti fattori. Quello che mi è sfuggito, mea culpa, è di presentarvi il team GGDBOlogna come si deve. Lasciatemi presentare una per una, le donne fantastiche che ci sono dietro ad un successo come quello di sabato.

Inizio nel presentarvi le 2 preziose “new entry” che hanno da poco rimpolpato la staff di GGDBologna
Schermata 2014-03-03 alle 14.36.44Chiara Peretti è una web designer, si occupa di sviluppo siti web e sta curando il refactoring del nostro sito, nonchè cura l’impaginazione delle bellissime newsletter che ricevete e dei form che compilate.

Schermata 2014-03-03 alle 14.39.30 Anna Mormile è la nostra grafica è lei l’autrice del nuovo logo di GGDBologna, il design delle bellissime shopper e delle spillette che avete ricevuto sabato, il logo e l’immagine coordinata dell’ Osservatorio Digitale di Genere. Sabato era all’ingresso ad accogliervi.

Venendo al senior team, sicuramente conoscete:
Schermata 2014-03-03 alle 14.58.50Daniela Bortolotti: vice presidente dell’associazione che oltre ad essere una delle co-funder di GGDBOlogna è la persona che si occupa di “brighe tecnologiche”, nonchè di seguire il piano editoriale del blog. Per chi era presente sabato, è una delle due persone che vi hanno accolto al welcome desk.

Schermata 2014-03-03 alle 15.14.08Sempre al welcome desk avete avuto il piacere di incontrare Cecilia Pedroni: insostituibile tesoriera e Iron Lady del team. Cecilia è la persona che si occupa di schedulare le attività del team e sta portando avanti il progetto ODG, cura tutta la rendicontazione dell’associazione ed è la persona che si occupa di verbali, rapporti e tutto ciò che è documentazione e precisione.

Schermata 2014-03-03 alle 16.41.31Tonia Maffeo è la persona che insieme a Francesca Sanzo si occupa del piano editoriale della nostra comunicazione social. Entrambe sono contributors del nostro blog e sabato erano entrambe con un iPad in mano prima a far accoglienza e dopo a fare live-blogging della serata.Schermata 2014-03-03 alle 16.37.18

Quello che consiglio a tutte le persone che si complimentano con noi e che spesso mi chiedono il segreto del nostro “successo” è questo: io ho avuto la fortuna di incontrare prima e di selezionare poi, un team di donne fantastiche.

Sono persone speciali che danno sempre tutto, e danno il massimo e di più e che amano la nostra associazione in maniera incondizionata.

Quindi posso suggerire che qualsiasi cosa facciate, scegliete bene il team: se avete attorno le persone giuste, tutto è possibile.

Certo è che un team come quello di Girl Geek Dinners Bologna è unico e irreplicabile 🙂

Grazie Ragazze!!!

Raccogliamo la lettera aperta di Paolo Valenti aka Wolly sulla trasformazione delle regole dell’organizzazione dei WordCamp e, come organizzatrici del primo WordCamp Bologna ci sentiamo di dire la nostra.

Paolo (che, non dimentichiamo, ha il merito di aver portato il WordCamp in Italia) non ha tutti i torti quando parla di certe difficoltà: da quando la gestione è stata unificata e convogliata in modo univoco verso gli Stati Uniti, l’organizzazione si è complicata parecchio, anche se per fortuna nel nostro caso il suo aiuto è stato fondamentale ma, seppur dalla stessa Automattic abbiamo ricevuto molto sostegno, non nascondiamo che le procedure siano state più macchinose di quanto ci aspettavamo.

Tutto questo -in un ideale di condivisione e di diffusione della Rete come strumento di conoscenza ed emancipazione, cardine dello scopo della nostra Associazione- non è comunque risultato un problema e i feedback sulla qualità degli interventi hanno già parlato chiaro.

Ci dispiace soltanto -e non nascondiamo una punta di amarezza, ma senz’altro alcun rancore- aver colto in rete alcune affermazioni circa i WordCamp precedenti…

Siamo convinte che la rete sia uno strumento di condivisione e attraverso la condivisione della conoscenza, crediamo si debba creare eccellenza e stimolare la conoscenza. Questo per noi è fare rete e i barcamp non sono altro che la sua trasposizione analogica: un insieme di persone, mosse da una comune passione, che condividono spontaneamente il proprio sapere, i propri consigli e le proprie insicurezze.

E’ così che è nata Internet, grazie alla passione di pochi che hanno condiviso con tutti il proprio sapere gratuitamente.

E’ per questa nostra convinzione che non crediamo che i barcamp debbano essere finanziati dagli sponsor e non dai partecipanti.

Lo spirito decoubertiano che alberga in noi, unito al radicato amore per la rete, ci spingono  a fare i nostri migliori auguri soprattutto a Mirko e Massimo che hanno ricevuto da noi il testimone e stanno portando avanti l’organizzazione del prossimo WordCampBo.

In bocca al lupo!

GGDBologna team

Ormai ci siamo, manca poco e questo 2012 ricco di eventi, attività e grandi soddisfazioni, volgerà al termine.

Già vi immaginiamo alle prese con l’organizzazione di cenoni e acquisti last minute, per cui impiegheremo solo pochissimi istanti per dirvi un sincero GRAZIE, che viene dal profondo del cuore!

Futuro digitale per future mamme, Nuove Professioni delle donne (part 1 e part 2), l’eBook “Chi ha paura della rete?” e le presentazioni Geek Books in collaborazione con Feltrinelli, Geek Democracy, Smart Women, No digital divide, il primo WordCamp Bologna: il sostegno, l’affetto e la positività con cui avete risposto ad ogni nostro invito sono per noi una soddisfazione immensa e il motivo principale  per continuare a dare il massimo.

Vi promettiamo che ce la metteremo davvero tutta per ingranare il turbo e stupirvi con un nuovo anno pieno di novità! Cominceremo infatti il 19 gennaio con la tappa napoletana di Smart Women Italy che, dopo Bologna e Pietrasanta (LU), prosegue il proprio viaggio per portare la cultura digitale al femminile attraverso l’Italia.

Ovviamente non è tutto… abbiamo infatti in cantiere un sacco di altre idee: sicuramente i nuovi e i vecchi tesserati potranno ritrovarsi all’Aperitivo di inizio anno che vi comunicheremo presto e che sarà un’occasione per raccontarvi una serie di buoni propositi (ma anche per rinnovare la tessera 2013!)… ma non possiamo svelarvi tutto, adesso!

Per cui… ancora tanti, tanti, auguri di buone feste… da passare serenamente, per ricaricarci ed essere pronte ad affrontare con la grinta di sempre, il nuovo periodo che ci aspetta!

Buon Natale!
Felice anno nuovo!

GGDBologna team

Ed eccoci qui, bando a tablet, digital divide e digital culture, tutte prese e concentrate solo su un unico grande ed importante evento il #capowedding:Enza si sposa!

All’anagrafe Maria Vincenza Capobianco,meglio nota come @zazette_ e da tutti conosciuta come l’ “ufficio stampa” di Girl Geek Dinners Bologna, tra qualche ora dirà il “si” più importante della sua vita e noi saremo lì a condividere con lei questo evento.

Nel corso degli anni Enza si é distinta per la sua caparbietà, fermezza e impassibilità.

La sua attitudine alla sintesi, alla sfrontatezza tipica della giornalista d’assalto hanno fatto di Enza la responsabile press e PR di GGDBologna, ma non solo…

La caratteristica del suo congnome, che può all’occorrenza trasformarsi in un suffisso “capo” unita alla capacità di Enza di schedulare qualunque tipo di attività, metterla in griglia e scandirne tempi e modi hanno fatto di Enza un essere poliedrico.

Negli anni Enza ha ricoperto svariati ruoli sempre con la massima professionalità, ci piace qui ricordarla come:

Capo Poser

20121222-085855.jpg

Capo Stalker

20121222-090116.jpg

Capo Fashion

20121222-090658.jpg

Capo Gruber

20121222-092459.jpg

Capo Browser

20121222-093126.jpg

Capo Reporter

20121222-093227.jpg
E tanti altri:
Capo Press ( per la sua attività di ufficio stampa), Capo Teacher (per la sua attitudine alle meticolose e dettagliate spiegazioni) , Capo Weiss (per l’amore per la birra non filtrata)

Oggi Enza é chiamata ad interpretare il ruolo piû importante di sempre: Capo Bride!
Segute #capowedding per vivere con noi i momenti piû salienti di una delle prove più impegnative di tutto il team GGDBologna!

Oggi riteniamo opportuno dare spazio alla nostra amica e collega Francesca Sanzo aka Panzallaria, che dal suo blog ha lanciato un appello per portare aiuti concreti alle persone che ancora sono in emergenza post sisma.

Ciao a tutti,

sto scrivendo ad amici e conoscenti per un motivo importante e che riguarda il terremoto in Emilia che non accenna a lasciarci stare e che anche stasera ha fatto sentire forte e chiara la sua voce.

Recentemente, grazie alla rete, hanno risposto a un appello che ho lanciato per una lettrice del mio blog Panzallaria e che vive all’epicentro, moltissime persone per offrire roulotte o camper ai terremotati. Grazie a quell’appello e alla grande generosità delle persone, 7 famiglie hanno trovato un tetto sotto cui dormire (diverso dalla propria auto). Oggi mi ha contattato l’assessore di San Possidonio (uno dei Comuni più colpiti e epicentro, stasera, dell’ultima scossa che molti di voi hanno avvertito personalmente).

Lui ha molte richieste e mi ha chiesto di dargli una mano continuando a gestire questo appello.

Quindi vi chiedo gentilmente – se potete – di dare ampia visibilità e prendere in considerazione questa mia mail.

L’appello lo trovate (insieme a una cronaca della mia giornata di ieri all’epicentro e una lista di beni di prima necessità di cui ora c’è bisogno) qui: http://www.panzallaria.com/2012/06/03/terremoto-se-volete-prestare-roulottecamper-alle-famiglie-sfollate-contattatemi/#more

grazie a quanti di voi potranno e vorranno aiutarmi a dare visibilità.

Francesca Sanzo
www.panzallaria.com

Post Navigation